Mammografo in Afghanistan, Herat

Il Banco Informatico Tecnologico e Biomedico nell’ambito del progetto di donazione di un mammografo al “Maternity Hospital di Herat” sostenuto dalla Fondazione Umberto Veronesi ha sostenuto l’installazione del mammografo presso l’ospedale; formazione tecnica al suo utilizzo; formazione applicativa.
Le attività logistiche relative al progetto sono state prese in carico dalle Forze Armate sia per il trasporto in Afghanistan dei materiali e dell’Esperto che per tutte le attività al campo di Herat “Camp Arena”.

Nota dell’Esperto:

  • Il progetto iniziale prevedeva il coinvolgimento diretto presso il cliente finale nei mesi precedenti alla riduzione dell’impegno italiano nella regione afgana.
  • La realizzazione del progetto è avvenuta in tempi successivi quando la situazione di sicurezza locale ha imposto importanti restrizioni nei movimenti esterni al Camp Arena.

I materiali del progetto, sono stati trasportati dall’aeroporto di Pisa ad Herat nel campo militare (ex ISAF) dal contingente italiano (Camp Arena).
Successivamente, tutto il materiale è stato trasportato con un camion afgano al Maternity Hospital di Herat per la sua installazione.
Al Camp Arena si è svolta la prevista formazione all’utilizzo del mammografo sia per la parte tecnica che applicativa. Hanno partecipato al corso, tenuto dall’Esperto, tre tecnici della radiologia dell’Ospedale Regionale di Herat sotto la cui giurisdizione è il Maternity Hospital.
Il corso si è tenuto nei giorni 18-19-20 gennaio; ogni tecnico ha ricevuto il manuale d’uso del mammografo “Instrumentarium Performa” e un poster di Philips Medical System sulle posizioni applicative della mammografica. Per la documentazione che per il corso si è utilizzata la lingua inglese.
Con le attuali condizioni di sicurezza non è stato possibile organizzarsi presso il Materny Hospital. Pertanto è stata coinvolta per tutta l’operatività esterna al Camp Arena, una società di ingegneristica di Herat “Pedestal Construction Company” già utilizzata negli anni 2006-7-8 ad Herat con progetti della Cooperazione Italiana.

Mammografo in Afghanistan - trasporto Mammografo in Afghanistan - trasporto Mammografo in Afghanistan - aereoporto
Mammografo in Afghanistan - scarico della merce all'aeroporto Mammografo in Afghanistan Mammografo in Afghanistan

Il responsabile di questa impresa ha ricevuto dettagliate informazioni sui lavori da eseguire:

  • come aprire la cassa;
  • come rimuovere il vetro di protezione RX;
  • come sollevare e posizionare il mammografo (4 persone);
  • come collegare l’UPS (si sono dovuti acquistare le prese locali e circa 12 m di cavo elettrico) ed è sempre stato in contatto telefonico con il sottoscritto.

Il giorno 20 gennaio si è svolta presso il Camp Arena la cerimonia di donazione del mammografo presenti le autorità militari, il rappresentante dell’Ospedale Regionale, il rappresentante del Maternity Hospital e i tre tecnici ai quali è stato consegnato un Attestato di Partecipazione al corso.
Al rappresentante dell’ospedale Maternity Hospital, è stata consegnata la targa ricordo della donazione sponsorizzata dalla BNL che verrà posta nella stanza del mammografo.
Il servizio fotografico è stato realizzato dall’Ufficio Stampa del contingente italiano che pubblicherà un articolo. Le foto saranno rese disponibili dopo la loro elaborazione.